• Alla prima rotonda che incontrate prendere la prima uscita a destra (via Salvo d’Acquisto) • Proseguire per circa 500 metri e troverete una nuova rotonda • Girate a sinistra (prendendo la seconda uscita), fate il sottopassaggio e seguite la strada per circa un chilometro, proseguendo dritti alla piccola rotonda che troverete dopo poco. La rotonda all’italiana. Il caso sopra descritto è quello di una rotonda per così dire all’italiana dove all’ingresso si trova apposto solo il cartello blu che segnala la rotonda. La precedenza pertanto, spetta a chi entra nella rotatoria e chi si trova già nell’anello ne deve agevolare l’accesso.

io sono dell'idea che la precedenza ce l'ha chi entra nella rotonda, perché ha la destra libera e perché la rotonda è un incrocio come un altro (questo in assenza di segnaletica). Se all'ingresso c'è il triangolo del dare precedenza, allora è ovvio che passa prima chi sta dentro. Precedenze rotonda. Per comprendere di chi sarà il diritto di precedenza in una rotonda, bisognerà prima di tutto distinguere tra due tipi di rotatorie: la rotonda all’italiana, priva del segnale di ingresso che obbliga a dare la precedenza. In questo caso chi si immette nella rotonda, avrà la precedenza su chi è già entrato nella ... Negli incroci regolati con circolazione rotatoria, in assenza di specifico segnale, vale la regola generale di dare la precedenza a destra: V : Negli incroci regolati con rotatoria, la circolazione può essere disciplinata in modo che i veicoli in entrata diano la precedenza a quelli già circolanti nell'anello